Come vendere consulenze online

Dic 25, 2019 | 0 commenti

Una delle cose che maggiormente mette in crisi coach e professionisti è capire come vendere consulenze online (o sessioni e/o percorsi, nel caso dei coach).

Molti sono convinti che avere un sito sia sufficiente per far galoppare la propria partita iva nelle verdi praterie del business, ma non è così. Avevo parlato di questo in un video.

La concorrenza è altissima e l’offerta ampia. Ampia al punto che gli stessi utenti come atterrano sulla tua pagina (tanto quando su quella dei tuoi concorrenti) non sanno chi scegliere. Sarà capitato anche a te di avere bisogno di un dentista o di un idraulico, fare una ricerca online e poi non sapere se Tizio è meglio di Caio? Ecco, lo stesso accade ai tuoi potenziali clienti.

Ma allora tutti quegli articoli e video che dicono che è possibile fare soldi vendendo le proprie conoscenze? Ci stanno prendendo per i fondelli?
Ovviamente la risposta è NO. Il web ci permette di raggiungere un numero molto elevato di potenziali clienti e ci offre anche una serie di strumenti per trasformare questi lead (potenziali clienti) in clienti paganti. Però – un però c’è sempre – per vendere consulenze online devi sapere cosa fare e come farlo.

In questa mini-guida parliamo proprio di:

  • le migliori strategie per promuovere il tuo servizio di consulenza
  • una panoramica su alcuni dei migliori strumenti per creare la tua presenza online, finalizzati alla vendita delle tue consulenze.

Prima di buttarci sul tema però voglio chiarire un paio di punti che sono importanti.

Quando offri delle consulenze ricorda di essere specifico.

I tuttologi online non ottengono mai grandi risultati. Tieni il focus su un argomento specifico e specializzati. Ovviamente prima assicurati che ci possa essere un mercato interessante per quel settore. Se le persone interessate a quello che fai sono 3 gatti in tutto il mondo, prendi in considerazione l’idea di cambiare strada, anche se il tema ti appassiona, o almeno riadatta la cosa per renderla un po’ più di ampio respiro.

Vendere consulenze è una strategia di guadagno abbastanza veloce.

Sicuramente più veloce di un info-prodotto, un ebook, un corso online, o altri metodi. Non ti richiede investimenti di tempo e denaro per realizzare un prodotto fisico o virtuale da vendere e tutte le tue risorse le puoi investire nella promozione di questo servizio. Se sei preparato nella tua materia e sei in grado di sviluppare la tua presenza sul web, puoi iniziare fin da subito a generare fatturato.

Le migliori strategie per promuovere il tuo servizio di consulenza

La prima cosa che ti serve è costruire un personal brand forte e riconoscibile. E per farlo hai bisogno di un sito web e una presenza sui social che seguono i tuoi potenziali clienti. Attraverso queste piattaforme hai la possibilità di interagire con le persone, di far testare il tuo servizio alle persone attraverso, ad esempio, materiale gratuito, video, ebook, ecc.
Potresti anche organizzare un webinar gratuito su un argomento specifico, iniziare a costruire la tua lista e così via.

Ogni azione che fai ha un fine preciso: farti conoscere e dimostrare a chi ti legge o ti vede che hai tutte le carte in regola per aiutarli a risolvere i loro problemi. Puoi anche offrire delle consulenze gratuite, non andare oltre la mezz’ora!

Strumenti utili

Sono molti elementi che contribuiscono a creare la tua presenza online in modo valido.

Vediamone alcuni:

  • Sito web o blog.
    Imprescindibile in qualunque attività. Il sito è il tuo porto sicuro nel mare magnum di internet. Il mio suggerimento è di realizzare tutto con WordPress. Se non sai da dove iniziare abbiamo creato un video-corso di 3 lezioni che serve proprio per questo e lo trovi qui
  • Social.
    C’è chi li ama e chi li odia. Il fatto è che non puoi farne a meno. La cosa importante è essere nei social dove pensi possano stare i tuoi potenziali clienti. Non serve essere ovunque, ma solo nei posti giusti. Ricorda poi di integrare nel tuo sito i plugin giusti che ti permettono di far interagire il tuo sito con i tuoi canali social.
    Alcuni esempi di plugin utili sono:

     

  • La lista.
    Data per spacciata più e più volte, ma sempre presente in mezzo a noi. La lista dei tuoi contatti è la tua arma segreta per dare una spinta al tuo business. Un database con nomi e email di utenti profilati e interessati a quello che fai. Se il tuo obiettivo è vendere consulenze online usando il tuo sito, una lista è fondamentale. Ci sono molti strumenti fantastici e facilmente integrabili con WordPress che fanno al caso tuo. Io ti suggerisco caldamente MailerLite.
  • Pagamenti.
    Non può esserci un business se non c’è un passaggio di soldi e per farlo, oltre al classico e scomodo bonifico puoi usare strumenti semplici e sicuri come PayPal o Stripe (lo stesso che usiamo noi). Sono simili nel funzionamento, ma Stripe ha commissioni decisamente più basse e offre anche dei servizi aggiuntivi che possono tornarti utili se collabori con altri professionisti.

Probabilmente leggendo tutto questo starai oensando: ma io non sono in grado di fare tutto questo. E’ normale che sia così, ma credimi, è molto più semplice di quello che pensi. E se hai difficoltà, lascia un commento qui sotto in modo che ti possa dare una mano.

A presto.